Sportello Tributi

IUC - Imposta Unica Comunale

Consultazione rendite catastali

Composizione imposta IUC

La Legge 147/2013 (Legge di Stabilità 2014) ha introdotto a decorrere dal 01.01.2014 la IUC, composta da tre differenti tributi:

  • IMU (Imposta Municipale Propria)
  • TARI (Tassa sui Rifiuti)

Si forniscono le informazioni di dettaglio per ciascuna imposta suindicata:

INFORMATIVA IMU ANNO 2021

La legge di Bilancio 2020 (art. 1, commi da 738 a 783 legge 27.12.2019, n. 160), ha riorganizzato la tassazione comunale sugli immobili, abolendo la IUC, nella componente della TASI, e l’ha sostituita con la nuova IMU.
Con deliberazione del Consiglio comunale n. 45 del 30.11.2020 sono state approvate le seguenti aliquote IMU:

TIPOLOGIA DI IMMOBILI ALIQUOTE
IMU
CODICI VERSAMENTO IMU

 ABITAZIONE PRINCIPALE DI LUSSO per le
categorie catastali A1-A8-A9 e relative pertinenze C2-C6-C7 (una sola per tipologia)

6,00 per mille
 
(detrazione €200,00)
3912

 ABITAZIONE E PERTINENZE possedute da TUTTI i cittadini italiani residenti all’estero (A.I.R.E.)

10,60 per mille 3918

 ABITAZIONE (una sola) IN USO GRATUITO A PARENTI IN LINEA RETTA DI 1° GRADO
(genitori ⇔ figli) che la utilizza come propria abitazione principale (escluse le categorie A1-A8-A9), a condizione che il comodante possieda un solo immobile abitativo in Italia e risieda e dimori abitualmente nello stesso comune ove è situato l’immobile concesso in comodato. (Risoluzione Mef n. 1 del 17.02.2016)
 
Se il contratto è registrato riduzione del 50% della
base imponibile, così come previsto dalla normativa vigente

10,60 per mille 3918

 IMMOBILI DEL GRUPPO CATASTALE "C" (destinati ad attività produttive cat C1 e C3)

8,60 per mille 3918

 FABBRICATI     RURALI      STRUMENTALI      (con
regolare annotazione catastale)

1,00 per mille 3918

FABBRICATI GRUPPO D (da D1 a D8 escluso D5)

7,00 per mille (quota Stato)

1,00 per mille (quota Comune)

3925
(codice Stato)

3930
(codice Comune)

BENI MERCE

2,00 per mille

3939
(risoluzione AdE n. 29 del 29.05.2020)

AREE EDIFICABILI

10,60 per mille 3916

TUTTI GLI ALTRI IMMOBILI DI QUALSIASI TIPOLOGIA DIVERSI DA QUELLI AI PUNTI PRECEDENTI  

10,60 per mille 3918

 
PRINCIPALI NOVITA’ 2021

  • Abitazione principale
    Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l’abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile.
    La Corte di Cassazione con la sentenza 19 febbraio 2020, n. 4166 ha precisato che "per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore ed il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Ciò comporta, la necessità che in riferimento alla stessa unità immobiliare tanto il possessore quanto il suo nucleo familiare non solo vi dimorino stabilmente, ma vi risiedano anche anagraficamente.
  • Aire pensionati
    LEGGE 30 dicembre 2020, n. 178:
    - art. 1 comma 48. A partire dall'anno 2021 per una sola unità immobiliare a uso abitativo, non locata o data in comodato d'uso, posseduta in Italia a titolo di proprietà o usufrutto da soggetti non residenti nel territorio dello Stato che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l'Italia, residenti in uno Stato di assicurazione diverso dall'Italia, l'imposta municipale propria di cui all'articolo 1, commi da 739 a 783, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, è applicata nella misura della metà e la tassa sui rifiuti avente natura di tributo o la tariffa sui rifiuti avente natura di corrispettivo, di cui, rispettivamente, al comma 639 e al comma 668 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2013, n. 147, è dovuta in misura ridotta di due terzi.
    La riduzione si applica solo sull'abitazione e non sulle pertinenze.
    Hanno diritto alla riduzione IMU solo i titolari di una pensione internazionale, che hanno lavorato in Stati esteri extracomunitari in convenzione con l'Italia e che sono residenti all'estero.
    Gli Stati esteri extracomunitari convenzionati con l'Italia sono i seguenti: Argentina, Australia, Brasile, Canada e Québec, Israele, Isole del Canale e Isola di Man, Messico, Paesi dell'ex-Jugoslavia*, Principato di Monaco, Repubblica di Capo Verde, Repubblica di Corea (solo distacco), Repubblica di San Marino, Santa Sede, Tunisia, Turchia, USA (Stati Uniti d’America), Uruguay, Venezuela. (fonte INPS)
    *I Paesi dell'ex-Jugoslavia sono: Repubblica di Bosnia ed Erzegovina, Repubblica del Kosovo, Repubblica di Macedonia, Repubblica di Montenegro, Repubblica di Serbia e Vojvodina (Regione autonoma).
    Per beneficiare della riduzione è necessario presentare Dichiarazione IMU.
    E quindi, se non rientrano nelle condizioni viste sopra, nessuna differente agevolazione di legge è prevista per i pensionati AIRE, come stabilito dal 2020.
  • I fabbricati collabenti iscritti nella categoria F2 sono assoggettati ad IMU.
  • I proprietari di fabbricati inagibili, per ottenere la riduzione del 50% della base imponibile, devono presentare una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi del DPR 445/2000, che attesti l’inagibilità o inabitabilità del fabbricato da parte di un tecnico abilitato.
  • E’ stata introdotta la figura del genitore affidatario, a posto dell’ex coniuge, che paga l’IMU qualora non ci siano figli.
  • La dichiarazione IMU è stata riportata al 30 giugno.

PER QUANTO NON INDICATO NELLA PRESENTE NOTA, SI RIMANDA ALLA CONSULTAZIONE DEL REGOLAMENTO PER L’APPLICAZIONE DELLA ”NUOVA IMU”, APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 7 DEL 25.05.2020.

SCADENZE DI PAGAMENTO:
16 GIUGNO - ACCONTO
16 DICEMBRE - SALDO

Il pagamento in un'unica soluzione è consentito versando l’intero importo entro il 16 GIUGNO.
Codice Ente: "F662" Comune di Monteviale – da indicare nel modello F24.
L’imposta non è dovuta se l’importo annuo risulta pari o inferiore ad € 12,00.

Si ricorda che l'imposta IMU è in autoliquidazione, per cui il Comune non invierà d'ufficio nessun conteggio.

CALCOLO DELL’IMPOSTA
Il contribuente può:

  • rivolgersi ai centri di assistenza fiscale (CAAF), patronati, associazioni di categoria,professionisti;
  • effettuare il calcolo on-line accedendo dal Sito internet www.comune.monteviale.vi.it - pagina Sportello Tributi - cliccando sul link “Accedi al calcolo IUC”;
  • richiedere al Comune, a mezzo e-mail tributi@comune.monteviale.vi.it, la stampa del modello F24 precompilato (allegando obbligatoriamente alla richiesta gli elementi identificativi del proprietario nonchè le relative visure catastali / conteggi anni precedenti).

TARI

La TARI è gestita da Agno Chiampo Ambiente Srl

Il Piano Finanziario per l'anno 2021, fatto secondo le indicazioni di ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) sarà approvato entro il 30.06.2021.

MODALITA' DI PAGAMENTO

Il pagamento della TARI, per l'anno 2021, è previsto in tre rate (31 agosto, 31 ottobre e 31 dicembre).

Può comunque essere effettuato anche in unica soluzione consegnando i modelli F24 ricevuti alla banca o ufficio postale o ad altri intermediari abilitati (es. Sisal).
Se si usa l'home banking, il pagamento unico può essere effettuato ricopiando i dati presenti sul modello F24 e inserendo nel campo "importi a debito versati" l'importo (arrotondato) che compare nella casella "ancora dovuto" della bollettazione IUC 2021 - riepilogo TARI.

L'Ufficio bollettazione della ditta Agno Chiampo Ambiente srl di Montecchio Maggiore, società incaricata anche per la gestione del tributo, è a disposizione PER INFORMAZIONI ed APPUNTAMENTI al tel. 0444/492412 int. 2, fax 0444/696326 (indicando un recapito telefonico), e-mail ufficiobollettazione@agnochiampoambiente.it o presso gli uffici in Via Einaudi n. 2 a Brendola, nei seguenti orari di apertura al pubblico:

MARTEDI’ - GIOVEDI’ - VENERDI’ dalle ore 9.00 alle ore 12.30
GIOVEDI’ dalle ore 14.00 alle ore 16.30

LUNEDI’ E MERCOLEDI’ CHIUSO

  • N.B.: i modelli F24 vengono recapitati al domicilio dei contribuenti

TASI – ABOLITA DAL 01.01.2020

NUOVA IMU 2020, LEGGE 27 DICEMBRE 2019, N. 160 

Il comma 738 della Legge 27 dicembre 2019, n. 160 (Legge di Bilancio 2020) ha abrogato  la componente TASI (tassa sui servizi indivisibili) accorpando in parte  la precedente TASI alla componente IMU. Pertanto le tipologie di immobili che fino allo scorso anno erano soggette a TASI e precisamente i fabbricati ad uso strumentale di cui all’articolo 9, comma 3-bis,  del  decreto-legge  30  dicembre1993, n. 557, convertito, con modificazioni, dalla Legge 26  febbraio 1994, n. 133  e  i  BENI MERCE cioè  i  fabbricati costruiti  e  destinati  dall’impresa  costruttrice   alla   vendita, fintanto che permanga tale destinazione e  non  siano  in  ogni  caso locati, a partire dal 01.01.2020 dovranno versare l’IMU.

Contatti

Il personale dell'Ufficio Tributi è comunque a disposizione per ogni informazione o chiarimento: