Reddito di Libertà - Contributo per le donne vittime di violenza seguite dai centri antiviolenza riconosciuti dalle Regioni e dai servizi sociali

Il Reddito di Libertà consiste in un contributo economico destinato alle donne vittime di violenza:
- senza figli o con figli minori;
- donne residenti nel territorio italiano che siano cittadine italiane o comunitarie oppure, nel caso di cittadine di uno Stato extracomunitario, in possesso di regolare permesso di soggiorno;
- donne seguite dai centri antiviolenza riconosciuti dalle regioni e dai servizi sociali nei percorsi di fuoriuscita dalla violenza, per contribuire a sostenerne l’autonomia.

La domanda per il Reddito di Libertà viene presentata direttamente dalle donne interessate, per il tramite del Comune competente per residenza, utilizzando il modello allegato alla Circolare INPS.

Il beneficio corrisposto dall’ INPS è pari ad euro 400,00 per un massimo di dodici mensilità. La domanda va presentata, al Comune di residenza entro il 31/12/2021 utilizzando il modulo di domanda qui allegato.